Password dimenticata?

Ritorna al login

OasiDellaPace - Affitto case vacanze a Pantelleria

Le Tappe

Alcune idee
per godervi una vacanza speciale
Benvenuti su L'Oasi Della Pace
Una volta arrivati potrete trascorrere al meglio
una fantastica vacanza nella splendida Pantelleria
Enjoy the Holiday!
Lago di Venere
Uno dei luoghi piú incantevoli ed unici che offre l'isola di Pantelleria é sicuramente il Lago Specchio di Venere (massima profonditá 12 metri), dove il livello delle sue acque é mediamente di 2 metri sul livello del mare ed é alimentato sia dalle sorgenti termali che dalle piogge.
Il Lago, nella parte nord di Pantelleria, rappresenta una vista splendida e contribuisce ad una vacanza all'insegna del benessere grazie alle sue sorgenti calde (con temperatura variabile tra i 40ºC e i 50ºC.) e ai suoi fanghi naturali. Il lago di Pantelleria si trova nel cratere di un antico vulcano (occupa il fondo di una depressione di origine calderica).
Grazie a questa particolaritá, sulla sponda Sud dove sono concentrate le sorgenti termali, le sue acque sono calde e sature di zolfo con il fondale della fascia marginale ricco di fango nero-verdastro ricco di sostanze nutrienti (grazie ai depositi di alghe termofile, dal caratteristico odore di zolfo) dalle proprietá benefiche preziose per la pelle. Come e cosa fare? Il TRATTAMENTO NATURALE per USO TERAPEUTICO SULLA PELLE prevede: primo, immersione dal lato dove l'acqua bolle per un pó di minuti; secondo, uscita dall'acqua e raccolta del fango dal fondo per spalmarselo addosso sul corpo intero. Poi far asciugare il fango passeggiando per rilavarsi solo dopo la completa essiccatura.
Il risultato del trattamento é una pella liscia ma soprattutto piú pura. Dall'altro lato del lago é invece possibile prendere il sole sulla spiaggia e fare il bagno ordinario. In primavera e in autunno il lago di Venere diventa un punto di osservazione naturale del passaggio di molteplici tipi di volatili (attivitá di bird-watching).
Montagna Grande
Pantelleria non solomare bensí UNA MONTAGNA NEL MARE!
Pantelleria non é un´isola piatta in alcun senso! Sull´isola svetta la Montagna Grande che con gli altri rilievi offre a tutti gli appassionati della natura una incredibile varietá di paesaggi, vegetazione e delle vacanze indimenticabili non solo per il mare ma anche per le altre sue indescrivibili bellezze selvagge.
L´istituzione di una RISERVA NATURALE ORIENTATA ha permesso la catalogazione e la segnalazione in loco di una una serie di antichi sentieri, percorribili a piedi, che conducono alla scoperta di un ambiente interno unico rispetto a tutte le altre isole del Mediterraneo.
L´itinerario sulla Montagna Grande é DECISAMENTE PANORAMICO.
Altitudini: si tratta di rilievi che rappresentano degli ex-coni vulcanici: Montagna Grande(836 m), Monte Gibele (700 m), Cuddia Attalora (560 m), Monte Gelkamar (286 m).
Flora, fauna ed ecologia TERRESTRE: il cuore verde dell'isola é sulla Montagna Grande nel cui Parco Naturale sono presenti quasi 600 specie botaniche di cui 8 piante endemiche cioé che vivono esclusivamente su questa isola: alcune si trovano sulle sponde, altre sono localizzate negli ambienti rocciosi costieri o nei prati precoci primaverili. Molte specie presenti a Pantelleria, ad es. il Pinus pinaster subsp. hamiltonii, sono presenti solo qua rispetto a tutto il territorio della Sicilia. Altissimo é il numero di felci, muschi e licheni grazie sia al clima suboceanico sia all'abbondanza di sorgenti di vapore acqueo distribuite nell'isola. La Riserva di Pantelleria é l´unico parco europeo ad accogliere i nidi di due uccelli variopinti ed aggraziati: la Cinciarella Algerina e il Beccamoschino.
Dietro l´Isola: l´altra zona verde é la profumata macchia mediterranea nella zona detta Dietro l´isola in cui la vegetazione sta ricrescendo dopo l´enorme incendio di qualche anno fa che ha distrutto delle piante secolari. La pineta di questo versante con i suoi pini d'Aleppo, pini marittimi e querce, é la prosecuzione del bosco della stessa Montagna. Nella macchia mediterranea del Khagiar vivono folti gruppi di conigli selvatici e rari esemplari di tartarughe greche.
La Piana di Ghirlanda che si presenta come una conca molto fertile, cinta da vulcani, é considerata la serra di Pantelleria. Un elemento tipico della flora mediterranea é il cappero che raggiunge i 30-50 cm, ha foglie verde scuro e di forma ovale e fiorisce con colori bianco e rosa. Ma la raccolta dei capperi precede la fioritura. I capperi sono i bottoni fiorali chiusi che vengono raccolti non appena essi germogliano, ossia, tra la fine di maggio e i primi di settembre. I capperi di Pantelleria sono gli unici riconosciuti come di qualitá superiore con la I.G.P. (indicazione geografica protetta), marchio doc. per le produzioni vegetali.In primavera e in autunno il lago di Venere diventa un punto di osservazione naturale del passaggio di molteplici tipi di volatili. Attivitá di bird-watching
Terme e Salute
SAUNA NATURALE: BAGNO ASCIUTTO nella GROTTA DI BENIKULA'
nella contrada Sibá, in localitá di Benikulá, lungo il costone della Montagna Grande si trova la grotta naturale (a cui si accede tramite una faglia nella roccia). Fin dall'antichitá, si é ditinto due vani: quello esterno il frigidarium, circondato da sedili di pietra e con vista panoramica sulla grande piana di Monastero; quello interno alla grotta, piú piccolo, in cui da una spaccatura profonda, ad intermittenza fuoriesce vapore acqueo a circa 38°C. Questa emissione di vapori é utilizzata come una vera e propria sauna naturale dai panteschi e dai turisti per curare i dolori reumatici o semplicemente per eliminare le tossine.
LE FAVARE OSSIA GETTI DI VAPORI D'ACQUA: possono raggiungere anche i 100°C e fuoriescono ad intermittenza da Fessura della Favara Grande della roccia e talora accompagnati da emissioni di anidride solforosa e da acido solfidrico. Le rocce alterate dai gas acidi e dal vapore acqueo caldo hanno assunto nelle vicinanze delle bocche di vapore un colore rossastro-mattone. Alla Favara Grande , i contadini, per favorire ed aumentare la condensazione del vapore, hanno ricoperto le bocche terminali con canne e rami secchi di alberi. A contatto con l'aria più fredda, il vapore si condensa in goccioline d'acqua che, con un primitivo sistema di canalizzazione, viene raccolta in piccole vasche scavate nella roccia ed utilizzata per abbeverare gli animali da allevamento.
SORGENTI TERMALI NEL MARE:
Sorgono in numerosi punti lungo la costa, a temperature differenti che vanno dai 40°C ai 100°C.
Cala Gadir: offre le vasche termali piú facilmente accessibili e a cielo aperto e per questo spesso le piú affollate durante il giorno ma che consentono splendide bagni nelle notti di luna o all'alba. Queste sorgenti termali sono conosciute ed apprezzate fin dall'antichitá, in particolare, i Fenicio-Punici per primi cominciarono ad apprezzare le qualitá terapeutiche i queste acque. La localitá dove sorgono, Gadir, é un nome di origine semitica che significa 'luogo protetto'. Recenti studi hanno stabilito che il probabile stabilimento termale sia stato ricoperto da un crollo di origine vulcanica e che le piccole vasche esistenti scavate nella roccia, si dice che siano i resti dell'antico impianto. Le sorgenti seguono un percorso che dall'alto scende verso il mare e le acque vengono catturate in queste piccole vasche. Le acque delle sorgenti, particolarmente dolci ma ricche di sali minerali, servono per curare soprattutto artrosi e reumatismi in genere ed hanno una temperatura non costante che va dai 39°C fino a raggiungere i 50°C. Sulle pareti delle vasche nasce una speciale qualitá di alga molto efficace per la cura di sinusiti, raffreddori e piccoli problemi respiratori.
Grotta di Sateria: si tratta di una grotta naturale sul mare che offre tre vasche termali coperte e facilmente accessibili in cui confluiscono sorgenti d'acqua calda ad una temperatura di circa 40°C. Recenti studi la identificano con la grotta di Calipso nell'isola di Ogigia narrata da Omero. Il nome Sateria deriva dal greco 'Sotería' e significa grotta della salute.
Cala Nicá:le acque termali di Nicá fuoriescono fra gli scogli della costa mescolandosi subito con l'acqua del mare. La temperatura dell'acqua si aggira tra 85°C e 100°C. Come quelle di Gadir, Sateria e Scauri, hanno senza dubbio virtú terapeutiche. Nelle vicinanze si trovano piccoli depositi di zolfo, incrostazione di silice idrata e di allume.
Balneazione
BUE MARINO: É la prima discesa a mare, imboccando la strada che dal centro abitato di Pantelleria va verso Khamma, un cartello ne facilita l'individuazione. Qui la scogliera é bassa e liscia, quindi particolarmente indicata per bambini e non nuotatori.
KARUSCIA: L'accesso al mare é abbastanza agevole, ma non é indicato da apposita segnaletica lungo la strada, bisogna percorrere a piedi un sentiero che si immette sulla scogliera. Manca nelle vicinanze un'adeguata area di parcheggio, unica soluzione parcheggiare lungo il bordo della strada. La scogliera é comoda e degrada dolcemente, consigliata a chi ha bambini.
CAMPOBELLO: Dirigendoci verso Est e aiutati dalla segnaletica, siamo pronti ad individuare la discesa a mare di Campobello. Una stretta strada in sterrato, percorribile anche con un'auto di medio-piccole dimensioni, immette su un breve sentiero tra le rocce, percorribile solo a piedi. La costa continua ancora ad essere bassa e liscia e degrada dolcemente, risulta perció comoda per l'accesso in acqua anche dei bambini.
KHATTIBUALE: Lungo tratto di costa costituito da una spiaggetta di ciottoli e da una parte bassa e pianeggiante che degrada dolcemente, comoda per i bambini, e successivamente da un lungo tratto basso e frastagliato non molto comodo per l'accesso in acqua visto che la struttura del fondale si presenta a canali. Qui é possibile trovare anche un ampia zona parcheggio in coincidenza della quale viene segnalata una delle due discese a mare, la piú comoda. L'altra, non segnalata, la si trova nelle vicinanze del bivio per il Lago.
CALA CINQUE DENTI: Baia molto suggestiva, le cui acque cristalline vanno dal turchese al verde smeraldo. Meta preferita dalle imbarcazioni nelle giornate estive in cui soffiano i venti meridionali. Il fondale, cosí come la cala, é costituito da massi franati dal costone, di conseguenza l'accesso via terra non é dei piú semplici, essendo molto ripido. Anche l'accesso al mare non é dei piú facili e la spiaggia non é adatta ai bambini.
LAGHETTO DELLE ONDINE: Caratteristico laghetto di acqua salata, alimentato dal mare che, durante le mareggiate, sale infrangendosi sulla scogliera. É raggiungibile sia via mare che via terra da localitá Punta Spadillo seguendo gli appositi cartelli di segnalazione, consigliato a chi ama posti particolari. Il Laghetto non é molto profondo al contrario del tratto di mare antistante caratterizzato anche da correnti molto forti.
CALA GADIR: Antico borgo marinaro con annesso porticciolo dal fondale sassoso. L'attrazione principale é rappresentata dalla acque termali che sono frequentate durante tutto l'anno. Non esiste uno stabilimento termale e ci si deve accontentare di immergersi in alcune vasche al livello del mare, ricavate nei punti di affioro naturale. Ció, comunque, nulla toglie agli effetti terapeutici delle acque. La presenza di piattaforme in cemento e un fondale che degrada dolcemente permettono di immergersi anche a nuotatori poco esperti. In questa cala é anche possibile organizzarsi un ormeggio temporaneo per piccole imbarcazioni ed usufruire di uno scivolo per le barche.
CALA TRAMONTANA E CALA LEVANTE: Insieme all'Arco dell'Elefantecostituiscono le localitá balneari piú frequentate sia per la bellezza che per la facilitá d'accesso. L'accesso al mare é comodo ed é una zona di mare adatta anche ai bambini. Sia a Cala Levante che a Cala Tramontana sono state realizzate piattaforme in cemento per sopperire alla scomoditá della scogliera. Il fondale degrada dolcemente e permette, anche a nuotatori poco esperti, di immergersi nelle acque cristalline. Da giugno a settembre é in funzione un bar tavola calda. Da Cala Levante é possibile ammirare il vicino Faraglione, meta preferita da molti sub per spettacolari immersioni. Entrambe le cale vengono utilizzate da turisti e residenti per l'ormeggio temporaneo di gommoni e gozzi, grazie anche al comodo scivolo per la discesa e la risalita delle barche di piccole dimensioni. A Cala Tramontana si trova una 'Buvira' con acqua tiepida.
MARTINGANA e CALA ROTONDA: Tratto di costa alto e frastagliato consigliato agli amanti delle immersioni. Il mare antistante é infatti uno dei piú belli dell'isola anche se l'accesso non é dei piú semplici, meglio avere delle scarpe comode per percorrere i sentieri, che permettono di raggiungere la scogliera, e per immergersi in acqua. La bellezza e la tranquillitá del posto ripagano delle eventuali difficoltá
PUNTA LI MARSI e BALATA DEI TURCHI: Costituiscono due dei pochi punti della costa sud raggiungibili da terra. L'accesso comunque non é dei piú facili visto che gran parte della strada é ancora in sterrato e si presenta un pó dissestata. L'accesso alla scogliera é possibile comunque dopo aver percorso un breve sentiero sia per il raggiungimento di Punta li Marsi, dove Ê situato uno dei quattro fari dell'isola, sia per Balata dei Turchi. Quest'ultima sicuramente é uno dei tratti di costa piú pianeggianti, ma l'accesso in acqua non é dei piú semplici, meglio essere esperti nuotatori. .
GROTTA DI SATARIA: Conosciuta sin dall'antichitá per l'indiscussa qualitá delle sue acque termali, la leggenda racconta che qui si incontrassero la Dea Calipso ed Ulisse . L'acqua calda, che raggiunge i 40°C ca, viene fatta confluire in apposite vasche, due all'interno della grotta ed una piú grande esterna e comunicante col mare. Anche qui come a Gadir non esiste uno stabilimento termale, ma anzi da qualche tempo la grotta é chiusa al pubblico per rischio di frane.
PUNTA DI SUVAKI: Tratto di costa. basso e liscio di facile accesso, comodo anche per i bambini. La discesa a mare é segnalata, vi si arriva percorrendo la strada che da Pantelleria porta a Scauri ed imboccando un sentiero in sterrato, da percorrere a piedi, poco prima del bivio per contrada Madonna delle Grazie.
Svago e Divertimento
Discoteca Oxidiana: L'unica discoteca sull'isola dove potersi svagare a piú non posso.Con una pista da ballo ed un piano bar nella parte alta del locale, l'Oxidiana rappresenta uno dei locali dove il turismo passa maggior parte delle serate.
Bar Le Cale: Un fantastico bar che si affaccia su una delle coste piú belle di Pantelleria.Situato in localitá cala levante, il bar Le Cale é uno dei posti migliori dove poter passare un magnifico pomeriggio con i loro Happy Hour e fantastiche serate con la musica migliore dell'isola.
Eventi e Folklore
REGATE DELLE LANCE PANTESCHE (giugno - settembre)
E' una festa che rievoca l'inizio del novecento quando i velieri panteschi solcavano i mari per soddisfare la rete di traffici commerciali tra Pantelleria e l′intero bacino del Mediterraneo. Da qualche anno queste regate sono state abbinate ad una lotteria nazionale (la Lotteria delle Lance Pantesche). I turisti possono godersi le prove e lo spettacolo dal mare e da terra. Chi s'intende di vela puó essere coinvolto dagli armatori come equipaggio!
SAGRA DEL COUSCOUS (giugno / luglio)
E' una festa gastronomica a cui partecipano con entusiasmo le cuoche di Pantelleria, mettendo alla prova i loro talenti, per soddisfare i palati degli isolani e dei turisti. Potrete cosí portare a casa i sapori del vero cous-cous come se foste stati ad assaggiarlo in tunisia
Festa della Madonna della Margana (fine giugno):
Si festeggia gli ultimi di giugno. I paesani si incontrano tutti in contrada Margana per sentir celebrare la SS. Messa poi in processione portano la statua della Madonna addobbata a fiori per le chiese del paese. Arrivati in centro del paese festeggiano con gare, giochi, danze, musiche tradizionali del posto e sfornano i gustosissimi '"mustaccioli panteschi"' fatti con il miele di uva prodotti dagli stessi panteschi. La festa si conclude riportando la statua nella chiesa di provenienza, con fuochi artificiali e tanta musica.




Link Amici
http://www.viaggiomania.it http://www.vacances-location.net/affitto-vacanze/affitto-vacanze.php Sitipedia - Directory web gratuita